Casa unifamiliare a Copenaghen. Il legno per Interni e rivestimenti
Una residenza unifamiliare innovativa e conveniente progettata dall'Architetto Sigurd Larsen a Copenaghen. L’edificio coniuga un uso intelligente di materiali prefabbricati per minimizzare i costi, utilizzando una semplice composizione spaziale


Il risultato, è una casa con il tetto a due falde, che fornisce una risposta alla crescente domanda di piccole abitazioni familiari nel paesaggio urbano denso della capitale danese. Il passaggio dalla sfera pubblica alla sfera privata avviene alla porta d'ingresso, che si trova atipicamente nel muro esterno del giardino: una volta entrati, il primo ambiente che si incontra è infatti il giardino – uno spazio di oltre 100 mq di verde privato



La struttura si compone di tre materiali interconnessi: un piano di calcestruzzo, pannelli prefabbricati in legno e finestre con doppi vetri; i tre materiali essenziali formano la volumetria dell’abitazione con il tetto inclinato. Il progetto ha sfruttato tutto il volume massimo consentito dal regolamento edilizio locale



Il vincolo degli 80 metri quadrati di abitazione sono stati divisi direttamente a mezzo: una fantasiosa parete in pannelli lignei con orientamento est-ovest, suddivide gli spazi comuni da quelli privati, ciascuno rispettando il suo vincolo di 40 mq di superficie



Il soggiorno, a sud, è stato pensato come un ampio spazio aperto attorno a una ferma "isola" che nasconde gli elettrodomestici della casa, gli impianti e le altre utilità. Completato da parete a parete con finestre da pavimento a soffitto, la stanza si apre sul vasto giardino, che serve come estensione immediata dello spazio interno. Come contrario, le abitazioni esposte a nord sono costruite come grandi e privati ritiri alcova



Le facciate ovest ed est, i due lati più corti della casa, sono caratterizzati da finestre posizionate in alto, che catturano la prima luce dell'alba e gli ultimi raggi del tramonto

Gallery